venerdì 18 dicembre 2015

GASTRITE ED HELICOBACTER PYLORI

Gastrite è un termine molto diffuso,caratterizzato dal classico "bruciore di  stomaco", digestione lenta, pesantezza ed altro.
Le cause possono  essere molteplici ed ultimamente è stata messa in relazione alla presenza di un batterio che si chiama Helicobacter Pylori , il cui habitat preferito è la mucosa gastrica per il suo contenuto acido, che neutralizza producendo un enzima,l'ureasi.
Produce sostanze che hanno potere tossico sulle cellule dello stomaco e il risultato è la gastrite, oltre l'ulcera e nei casi piu' gravi il cancro.
Helicobacter è l'unione di due parole, helicos che significa spirale , infatti ha questa forma, e pylori per la sede in cui "abita".
E' stato scoperto  dagli scienziati Marshall e Warren ,che nel 2005 vinsero il Nobel proprio per questo motivo.
Per rivelarne la presenza è possibile effettuare la ricerca su un campione di feci, ,se positiva si prosegue con la gastroscopia per localizzare le lesioni prodotte e valutare lo stato dell'infiammazione.
Per eradicare il batterio è necessaria una terapia antibiotica multipla , assieme a riduttori di acidita' come esomeprazolo
Le vie di trasmissione possono essere:
1) oro-fecale
2)orale
3)materiali sanitari come sondini o endoscopi
4) zoonosi.
Per seguire l'evoluzione o una nuova probabile infezione, spesso, si determina , tramite prelievo di sangue, la presenza degli anticorpi di classe IgG e IgA.




Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento. Grazie !!!!