domenica 9 agosto 2015

ESOFAGITE : CAUSE, SINTOMATOLOGIA, RIMEDI

Esofagite

L'esofagite è l'infiammazione dell'esofago, originata da un rigurgito di succhi gastrici presenti nello stomaco, a causa dell'apertura improvvisa dello sfintere gastroesofageo.

Cause e tipologie

Prima di tutto dobbiamo distinguere i vari tipi di esofagite in base alle probabili cause:

- da reflusso, è la forma classica causata da rigurgito di succhi gastrici;
- eosinofila dovuta ad una maggiore presenza di globuli bianchi nel tessuto esofageo, precisamente gli eosinofili, responsabili di reazioni allergiche ed infiammatorie, di solito si ha in risposta ad allergie non solo alimentari ma anche ai pollini;
- da farmaci, causata da ingestione di farmaci assunti con poca acqua o per lungo tempo senza protezione gastrica;
- infettiva, causata da virus, batteri e funghi, frequente nei soggetti immunodepressi.

A livello clinico le esofagiti vengono distinte in:
- forma lieve, la mucosa dell'esofago presenta piccole alterazioni ;
- erosiva si ha sanguinamento, ulcere, essudato;
- stenotica, fibrosi della mucosa ;
- esofagite di Barrett con ulcere, tumori e esofagite stenotica.

Sintomatologia

I sintomi classici sono relativi alla deglutizione, infatti si ha dolore e difficoltà ad ingoiare, dolori nel tratto retrosternale del torace, nausea,vomito, ipersalivazione e diminuzione dell'appetito, faringite, laringite, disfonia spasmodica.

Rimedi

E' molto importante curare l'alimentazione evitando i cibi grassi e piccanti, le bevande gassose, i pasti troppo abbondanti, ridurre il consumo di caffè e di thè, poca cioccolata e menta, evitare di mangiare fritture in modo frequente.
E' bene rivolgersi ad un gastroenterologo, che consiglierà gli eventuali farmaci da assumere, e se è il caso di sottoporsi ad una gastroscopia.

Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento. Grazie !!!!