domenica 27 dicembre 2015

ALIMENTI CONSIGLIATI DOPO LE FESTE NATALIZIE

Come ogni anno le feste natalizie comportano delle grandi "abbuffate", per cui il nostro fegato si ritrova a svolgere un carico di lavoro maggiore,  è possibile aiutarlo tramite l'introduzione di alcuni alimenti.

Alimenti consigliati dopo le feste natalizie
Tra gli alimenti consigliati dopo le feste natalizie ci sono il pompelmo, i broccoli e il cavolfiore, gli asparagi,le noci,le carote, gli spinaci,le mele.

Pompelmo, si consiglia di bere almeno un bicchiere di succo di pompelmo al giorno, poichè aumenta il processo di produzione degli enzimi utili a disintossicare il fegato con conseguente eliminazione di tossine.
Broccoli e cavolfiore ,consumati dopo averli semplicemente lessati, favoriscono l'eliminazione delle tossine grazie agli enzimi in essi contenuti.

Asparagi svolgono un'azione di protezione epatica,specialmente se durante le feste natalizie si è fatto abuso di alcool.
Noci contengono l'aminoacido arginina, che stimola la depurazione e la disintossicazione del fegato.
Carote stimolano le funzioni dell'organismo necessarie a depurare il fegato, poichè contengono betacarotene e flavonoidi.
alimenti post feste

Spinaci tramite la clorofilla purificano il sangue eliminando le tossine e proteggendo così il fegato.
Mele contengono la pectina che favorisce l'eliminazione delle tossine dall'apparato digestivo, per cui il fegato risulta meno carico.

venerdì 18 dicembre 2015

GASTRITE ED HELICOBACTER PYLORI

Gastrite è un termine molto diffuso,caratterizzato dal classico "bruciore di  stomaco", digestione lenta, pesantezza ed altro.
Le cause possono  essere molteplici ed ultimamente è stata messa in relazione alla presenza di un batterio che si chiama Helicobacter Pylori , il cui habitat preferito è la mucosa gastrica per il suo contenuto acido, che neutralizza producendo un enzima,l'ureasi.
Produce sostanze che hanno potere tossico sulle cellule dello stomaco e il risultato è la gastrite, oltre l'ulcera e nei casi piu' gravi il cancro.
Helicobacter è l'unione di due parole, helicos che significa spirale , infatti ha questa forma, e pylori per la sede in cui "abita".
E' stato scoperto  dagli scienziati Marshall e Warren ,che nel 2005 vinsero il Nobel proprio per questo motivo.
Per rivelarne la presenza è possibile effettuare la ricerca su un campione di feci, ,se positiva si prosegue con la gastroscopia per localizzare le lesioni prodotte e valutare lo stato dell'infiammazione.
Per eradicare il batterio è necessaria una terapia antibiotica multipla , assieme a riduttori di acidita' come esomeprazolo
Le vie di trasmissione possono essere:
1) oro-fecale
2)orale
3)materiali sanitari come sondini o endoscopi
4) zoonosi.
Per seguire l'evoluzione o una nuova probabile infezione, spesso, si determina , tramite prelievo di sangue, la presenza degli anticorpi di classe IgG e IgA.




Torta allo yogurt

 Lo yogurt è un alimento molto efficace per il nostro organismo, infatti favorisce la sintesi delle vitamine di gruppo B , l'assorbimento del calcio e del fosforo , regola le funzioni intestinali e contrasta le infezioni.
E' utilizzato in caso di colon irritabile, in corso di terapia antibiotica in quanto favorisce il ripristino della flora intestinale.
Ha poche calorie.
In cucina può essere usato per preparare ottimi dolci, come ad esempio la Torta allo yogurt.
Il tempo di preparazione è di 40 minuti.

Ingredienti :
-  3 uova
-  un vasetto di yogurt alla frutta
-  250 grammi di zucchero
-  olio
-  farina
-  lievito
-  marmellata
-  granella di zucchero
yogurt

Procedimento
mescolare uova con zucchero e yogurt, unire olio e amalgamare.
Mettere nella farina il lievito e aggiungere il precedente composto.
Imburrare ed infarinare una tortiera, trasferire il tutto e mettere in forno a 180 gradi per 30 minuti.
Togliere dal forno e mettere sulla superficie della torta la marmellata ed infine la granella di zucchero.

venerdì 4 dicembre 2015

EFFETTI BENEFICI DELLA CURCUMA

Recentemente si vanno affermando sempre di piu' gli effetti benefici della  curcuma, una pianta di origine asiatica , la cui parte commestibile è il rizoma tuberizzato , che dopo essiccazione, viene macinato, in tal modo viene prodotta la polvere che si trova in commercio.
La curcuma viene utilizzata nel trattamento delle malattie infiammatorie riguardanti ad esempio l'intestino, colon irritabile, le epatopatie, ha anche effetto anti fibrotico, epatoprotettivo, antitumorale, antiossidante,  antiflogistico, agisce sulla produzione della bile  e sul suo deflusso verso l'intestino, proprieta' dovute al suo principio attivo piu'significativo, che è la curcumina.
Viene utilizzata anche come rimedio contro l'artrite reumatoide ed in tutte quelle malattie che hanno come causa scatenante un'alterazione del meccanismo antinfiammatorio.
La curcumina agisce a livello della cicatrizzazione delle ferite  o come rigenerante dell'epitelio della mucosa gastrica;viene usata per la psoriasi ; trova applicazione anche nel morbo di Alzheimer per il suo effetto
curcuma

antinfiammatorio sulla proteina responsabile della malattia; previene cardiopatie , in quanto ha un'azione protettiva sull'eventuale accumulo di colesterolo nel sangue.
Si assume durante i pasti per garantirne l'assorbimento intestinale.
Un suo uso che esula dal campo medico è quello alimentare , infatti viene usata come spezia ed è alla base della preparazione del curry e di altre salse, il suo nome piu' conosciuto in questo settore è quello di Zafferano d'India , perche' colora di giallo i cibi; il suo odore invece fa venire in mente lo zenzero.
Inoltre puo' essere usata anche in profumeria , per essere precisi è l'olio essenziale in essa contenuto che viene adoperato in questo settore.
Ma ci sono anche le controindicazioni, come per coloro che soffrono di calcoli biliari o alla colecisti; per chi è sottoposto a chemioterapia; essendo un inibitore dell aggregazione piastrinica non è indicato per coloro che assumono farmaci antiaggreganti piastrinici o eparina o anticoagulanti orali.

martedì 10 novembre 2015

MAL DI TESTA ED ALIMENTAZIONE

Una delle patologie più frequentie alquanto fastidiose è quella del mal di testa, colpisce tutti indistintamente, le cause possono essere molteplici, come il ciclo mestruale, lo stress,una posizione scorretta, dormire poco, e poi l'alimentazione.
Per quanto riguarda quest'ultima ci sono alcuni cibi utili proprio per prevenire questa condizione ritenuta ormai  a tutti gli effetti una patologia.

Alimenti consigliati
Semi di sesamo, sono utili quando la causa che  origina il mal di testa è legata a squilibri ormonali, infatti riequilibrano i loro livelli.
Mandorle e frutta secca , contengono salicina, sostanza antidolorifica.
Pepe di cayenna, sciolto nell'acqua oppure inalato rende sopportabile il mal di testa, poichè contiene la capsaicina, sostanza inibitrice della percezione del dolore.
Miglio, contiene magnesio  che ha un'azione antidolorifica.
Aceto  di mele, è utile per ridurre il dolore.
alimenti e mal di testa

Alimenti sconsigliati
Per evitare di avere continui mal di testa sono da evitare alimenti che possono sollecitare maggiormente i centri del dolore, come i salumi, i fichi secchi, il caffè, il cioccolato, oppure è consigliabile limitarne il consumo, lo stesso discorso è valido anche per i latticini.

martedì 27 ottobre 2015

CARBOIDRATI ,ALIMENTAZIONE,SPORT, BREVE RASSEGNA

I carboidrati hanno il compito di fornire energia al nostro organismo, la dose giusta di assunzione è importante, quindi non bisogna eccedere o diminuirla.
Un'eccessiva introduzione comporta l'aumento di glucosio nel sangue ed una maggiore secrezione di insulina con accumulo dei grassi nei depositi, infatti carboidrati e lipidi (grassi) dovrebbero essere assunti in dosi equilibrate tra loro.
I cibi  che contengono maggiormente carboidrati sono : il pane, la pasta, i legumi, le patate, la crusca, il riso ed i cereali .

Per coloro che svolgono attivita' fisica rappresentano il"carburante" necessario per i tessuti e devono essere introdotti nella dieta prima, durante e dopo sforzo .
Prima dello sforzo fisico :
i carboidrati da introdurre devono avere un indice glicemico medio-basso, per evitare che ci sia un picco di glicemia ed insulina, e sono : frutta, fibra, ortaggi, pane di segale, pane  integrale, riso con olio, pasta o riso con verdure.
Durante lo sforzo fisico: i carboidrati devono avere indice glicemico medio-alto e sono :
miscela di maltodestrine, saccarosio ,glucosio e fruttosio.
Dopo lo sforzo fisico: i carboidrati devono avere indice glicemico alto se assunti dopo 15 minuti dall'attivita' e medio-basso se assunti dopo un'ora, e sono :
pasta o riso in bianco, pane bianco, banane.


In questa tabella sono elencati numerosi  alimenti e il loro livello glicemico.
Ovviamente è sempre bene chiedere consiglio al proprio medico curante, che conosce la storia personale dei propri pazienti e le eventuali patologie.

martedì 20 ottobre 2015

IPERTENSIONE ED ALIMENTAZIONE,breve guida

La pressione arteriosa è definita come la forza che il  sangue esercita sulle pareti del cuore; i valori normali sono per la massima 120-130 mmHg, per la minima 70-80 mmHg.
Questi valori possono variare nel corso della giornata, in base allo stile di vita seguito.
L'ipertensione o pressione alta puo' essere causata da un  insieme di fattori:
-fumo
-farmaci
-abitudini alimentari
-obesita'
-fattori genetici
-stress
-sedentarieta'
-invecchiamento
-colesterolo



Nei casi di valori molto elevati si hanno i seguenti sintomi:
-cefalea
-ronzii alle orecchie
-vertigini
-perdita di sangue dal naso.

Curare la propria alimentazione è uno dei passi piu' importanti da seguire, sono tre i punti da valutare:
-diminuzione del peso
-diminuire l'apporto di sodio(sale)
-diminuire il consumo di alcool.

E' importante mangiare:
-alimenti contenenti fibre
-pesci ricchi di acidi grassi essenziali(salmone,merluzzo,sgombri,tonno)
-preferire la carne bianca
-pochi formaggi, uova 
-salumi consigliati sono il prosciutto crudo sgrassato,la bresaola
-cucinare con pochi grassi
-come condimento è consigliato l'olio extra vergine di oliva,ovviamente a crudo
-consumare alimenti ricchi di potassio,magnesio e calcio
-smettere di fumare
-usare poco sale-





lunedì 5 ottobre 2015

Cistite e rimedi naturali

Cistite: rimedi naturali
La cistite è un'infiammazione vescicale che colpisce prevalentemente le donne ed è caratterizzata dal dover urinare spesso, la minzione è accompagnata da bruciore e fastidio.
E' causata da infezioni batteriche,per cui basta eseguire l'esame delle urine con coltura (urinocultura) per stabilire quale sia il microbo  responsabile e quale  l'antibiotico specifico per debellarlo.
Nei casi meno gravi possono essere utilizzati  rimedi naturali come :
-l'uva ursina, ha proprieta' disinfettanti;
-il mirtillo americano ha proprieta' diuretiche e disinfettanti;
-l'echinacea ha proprieta' disinfettanti ed immunostimolanti;
-l'asparago ha proprieta' diuretiche ;
-la betulla ha prorpieta' diuretiche;
-l'ortica ha proprieta' diuretiche,antinfiammatorie e rimineralizzanti;
-la camomilla ha proprieta' antinfiammatorie e spasmolitiche;
-il timo ha proprieta' analgesiche ed antiinfiammatorie.
Esercitano un'azione antisettica a livello urinario ma non antimicrobica, favoriscono la diuresi .
Si usano sotto forma di infusi che si trovano in commercio oppure tisane in bustine (come quelle della camomilla) , o in compresse che contengono i principi attivi 
La preparazione degli infusi si fa nel seguente modo: bollire circa 1 litro e mezzo di acqua e poi versare sulle erbe ,mescolare e lasciare raffreddare. 
Per quanto riguarda l'alimentazione è consigliata l'assunzione di  cereali,prugne,mirtilli e molti liquidi ( circa 2 lt al giorno).
Gli alimenti che possono contribuire all'infiammazione sono :caffe',alcol,bevande gassate,peperoncino e spezie varie.



martedì 22 settembre 2015

OSTEOPOROSI E CALCIO

Osteoporosi è una parola che desta paura e preoccupazione, specialmente ad una certa eta' e se in famiglia esiste una predisposizione a tale condizione.
L'osso si  presenta non piu' integro, per cui è fragile e quindi la possibilita' di avere fratture è maggiore.
La malattia colpisce prevalentemente le donne, soprattutto dopo la menopausa , quando sono assenti gli ormoni estrogeni, che svolgono un'importante azione protettiva, aumenta il contenuto dei grassi nel sangue e di conseguenza il rischio di aterosclerosi, si ha una riduzione del contenuto di calcio che si fissa nelle ossa.
Gia' dall'infanzia sarebbe opportuno condurre uno stile di vita corretto ed avere un'alimentazione equilibrata, cio' è alla base della prevenzione futura dell'osteoporosi.
Nel corso degli anni si dovrebbe inoltre non fumare e svolgere attivita' fisica in modo regolare e costante.

Gli alimenti consigliati in relazione al contenuto di calcio sono  :

Alimento
Calcio (mg) per 100 g
Formaggi a lunga stagionatura (grana, emmenthal)
900-1100
Formaggi a media stagionatura (taleggio, fontina, provolone)
600-900
Formaggi freschi (ricotta, mozzarella, robiola)
400-600
Pesce azzurro
350
Rucola
300
Mandorle, noci, nocciole
250-300
Cavoli, rape, verze
250
Broccoli, fagioli
100-1250
Gamberetti
120
Latte e yogurt magri
100-120
Latte e yogurt interi
80-100
Spinaci
80-100


osteoporosi

Consigli utili per fare in modo che si abbia un maggiore assorbimento di calcio:

-non bisogna esagerare con l'introduzione nella dieta di molte proteine , di alimenti integrali e fibre, perche' riducono l'assorbimento del calcio ;
-ridurre consumo di sale;
-limitare gli alimenti che contengono molti  ossalati come rape, legumi,pomodori ed altro;
-bisogna variare molto gli alimenti ,specialmente i secondi piatti 
-ridurre il consumo degli zuccheri semplici
-usare olio di oliva
-bere acqua contenente almeno 300mg di calcio
-evitare alcoolici 
-limitare bevande dolci gassate


giovedì 10 settembre 2015

REFLUSSO GASTROESOFAGEO

In termini molto semplici il REFLUSSO GASTROESOFAGEO è quella condizione in cui il contenuto acido dello stomaco (gastro) risale nell'esofago.
In genere cio' avviene dopo i pasti e se accade sporadicamente non provoca molti problemi, si avverte bruciore di stomaco e si ha rigurgito.
Nei casi piu' frequenti la sintomatologia si complica ed il bruciore diventa un vero e proprio dolore, che si avverte allo sterno e  spesso fa pensare all'infarto, in questa situazione si parla di Malattia da Reflusso gastroesofageo.
La ripetuta risalita del succo gastrico puo' provocare varie complicanze , come l'esofagite ,cioe' infiammazione dell'esofago; ulcere , cioe' piccole lesioni; il lume esofageo si ristringe  e nei casi estremi possono comparire anche neoplasie .

Ma quali sono le possibili cause ?
-Alimentazione, spesso mangiamo velocemente,  ingurgitando molta aria , senza masticare bene per cui il  cibo non viene triturato nel modo giusto, quindi i succhi gastrici non riescono ad esercitare il loro ruolo.
Mangiare lentamente, in quantita' non eccessiva, meglio se poco e distribuito piu' volte al giorno, evita il tanto temuto reflusso.
E' meglio limitare il consumo di caffe', di alcool, di cibi grassi, non fumare, mai sdraiarsi subito dopo aver mangiato, camminare, non indossare indumenti troppo stretti ed evitare quei movimenti che potrebbero causare pressione sull'addome.
Quando ci si corica per la notte è consigliabile mettere due cuscini dietro la testa ed assumere una posizione come se si stesse seduti.
Anche lo stress ha un ruolo importante, per cui sarebbe consigliabile limitarlo, ma ovviamente non è per nulla semplice!
Esistono farmaci che aiutano ad accelerare lo svuotamento dello stomaco,oppure quelli che proteggono la mucosa dell'esofago dall'attacco degli acidi.
E poi quelli che riducono l'acidita' delle secrezioni gastriche impedendo, quando c'è il reflusso, al contenuto acido dello stomaco di corrodere la mucosa dell'esofago.
Il reflusso puo' essere causato anche dall'ernia iatale , che si ha quando una piccola porzione dello stomaco scivola dall'addome al torace, a causa di un allargamento dell'apertura (iato esofageo),che unisce l'esofago allo stomaco.

mercoledì 2 settembre 2015

LA SOIA,FORME IN COMMERCIO

La soia ha un alto contenuto di proteine e di acidi grassi polinsaturi , è ricca di vitamine C e B.
In  commercio  la si può trovare sotto varie forme:
- i germogli,  sono molto ricchi di magnesio,potassio,ferro,fosforo,calcio,amidi,acidi grassi omega 3 e 6 e proteine;
-fagioli di soia, contengono magnesio,potassio,proteine,vitamine C ed E;
-farina di soia , è priva di glutine,quindi è molto indicata nell'alimentazione delle persone con celiachia; contiene molti aminoacidi;
-latte di soia,ottenuto dai fagioli di soia immersi in acqua; ha un alto contenuto di acidi grassi polinsaturi,di vitamine A,E,B ;
-tofu , si ottiene addensando il latte di soia ; contiene calcio e ferro;
soia

-tempeh , deriva dai fagioli di soia, è ricco di fibre, ha un alto contenuto di grassi e di calcio;
-olio di soia, è molto ricco di acidi grassi polinsaturi ed è a basso contenuto di acidi grassi saturi;
-miso, è ricco di lecitina e di sodio;
-salsa di soia , ha basso potere calorico e pochi grassi, ma molto sale.
Ed ecco una ricetta molto gustosa :

Polpettine di melanzane alla soia
ingredienti per 4 persone :
1 melanzana
100 g di pangrattatto
50 g di macinato di soia
1 uovo
1 cucchiaio di maggiorana
10 g di funghi secchi
olio
sale
Sbucciare ed affettare la  melanzana,lessarla  per 5 minuti , quindi strizzarla ed infine tritarla;
lessare il macinato di soia per 5 minuti nell'acqua di cottura della melanzana, poi strizzarlo;
mettere a mollo i funghi e poi triturarli;
impastare insieme melanzana,macinato di soia,uovo,funghi,maggiorana e sale;
formare con l'impasto così ottenuto delle piccole polpette,quindi passarle nel pangrattato,cuocerle in poco olio per 5 minuti per lato.



mercoledì 26 agosto 2015

ALIMENTAZIONE : RICETTE CON ERBE SELVATICHE

Una dieta sana e corretta  è molto importante per la nostra salute, spesso si possono utilizzare ingredienti a basso costo.

Per una sana alimentazione sono consigliate le erbe dette selvatiche , coltivabili anche sul balcone di casa, un piccolo orticello artigianale.
Preparare dei piatti con queste erbe è anche un modo per risparmiare a livello economico; ne esistono moltissime varietà e le ricette sono davvero di facile esecuzione.
Ve ne propongo alcune :
Pasta sfoglia alla cicoria selvatica
ingredienti
-250 g di pasta sfoglia (fresca o surgelata)
-200 g di cicoria selvatica
-200 ml di panna
-1 uovo
-200 g di fontina
-200 g di speck
-curcuma,timo,pepe,parmigiano.
ricette con erbe selvatiche


Puliamo la cicoria selvatica e lessiamola in acqua bollente per alcuni minuti.
Sbattiamo l'uovo a cui poi uniamo la curcuma,il parmigiano e la panna, in ultimo la cicoria, aggiungiamo alla sfoglia precedente stesa, quindi mettiamo la fontina tagliata a dadini, lo speck e le erbe tritate .
Arrotoliamo  e inforniamo a 220° per circa 30 minuti.

Polpette di borragine
ingredienti
-300 g di foglie di borragine
-150 g di ricotta
-2 uova
-sale,pepe,noce moscata
-olio
-aglio,prezzemolo,timo.
ricette con erbe selvatiche


Lessiamo le foglie di borragine per alcuni minuti,scoliamo e  le strizziamo .
Su un tagliere le tritiamo assieme all'aglio,al prezzemolo e al timo e poi mettiamo il tutto in  una scodella, aggiungiamo quindi la ricotta,le uova,il parmigiano , sale e pepe.
Forniamo le polpettine, passandole nel pan grattato , friggiamo.

Un consiglio : se l'impasto dovesse risultare morbido basta aggiungere un po' di farina, se al contrario risultasse duro aggiungeremo un uovo.




giovedì 20 agosto 2015

BENEFICI DELL'OLIO ESSENZIALE DI BERGAMOTTO

Il bergamotto fu coltivato nel 1750 da Nicola Parisi a Reggio Calabria, nel fondo di rada di Giunchi, di fronte al lungomare comunale Zerbi.
L'olio essenziale fu estratto dalla buccia tramite macchinari che furono progettati da Nicola Barillà.
L'albero del bergamotto è altro dai 3 ai 4 metri, i fiori sono bianchi e molto profumati; le foglie non cadono mai.
Il frutto ha una grandezza intermedia tra quella di un'arancia e quella del pompelmo, è di colore giallo.
Benefici dell'olio essenziale di bergamotto
L'olio essenziale è usato per i suoi benefici,infatti è utile per :
 - migliorare l'umore
 - regolare il senso di fame
 - nei casi di spossatezza
 - purificare la pelle e deodorarla
 - combattere l' acne ed è utile per le pelli grasse
 - alleviare le irritazioni della cute
 - riattivare la circolazione
 - utile alla digestione
 - ha un'azione di rilassamento nei casi  di stress
 - è efficace contro l'insonnia.
Modi di utilizzo
Si mettono alcune gocce di olio essenziale di bergamotto in un diffusore  di essenze, l'odore aiuterà a rilassarsi, invece per purificare la pelle bisogna aggiungere 6  gocce  all'olio di mandorle , quindi si spalma la miscela sulla parte interessata.
bergamottoPer quanto riguarda la circolazione si prepara una lozione aggiungendo ad un cucchiaio di olio di mandorle 4 gocce di olio essenziale di bergamotto, quindi si massaggia la zona per riattivare la circolazione, partendo dal  basso.

venerdì 14 agosto 2015

IGIENE DENTALE, ACQUA E SALE AL POSTO DEL COLLUTORIO

L'igiene della bocca è molto importante per prevenire infezioni ed infiammazioni che spesso sono causa di alcune patologie.
Prima di tutto è necessario scegliere un dentifricio non aggressivo per evitare che logori lo smalto dentale.
Per ottenere una corretta igiene dentale, adoperiamo quotidianamente il collutorio, ma ignoriamo che contiene zuccheri ed alcol, che possono indebolire sia i denti sia le gengive, per cui sarebbe più opportuno scegliere un prodotto in cui siano presenti poche quantità delle sostanze suddette.
acqua e sale come collutorio

 A tal proposito un recente studio condotto in Australia, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Dental Journal, ha dimostrato che per una migliore igiene,dopo aver lavato i denti con il dentifricio, è consigliabile l'uso dell'acqua contenente sale, la cui azione è quella di rinforzare lo smalto dei denti, inoltre favorisce l'idratazione del cavo orale e protegge dall'azione dei batteri, riducendo le infezioni che sono causa di gengiviti e paradontiti.
Bastano piccoli accorgimenti per prevenire futuri problemi, sicuramente mancherà la sensazione di "fresco" prodotta dal collutorio, ma sarà un vantaggio  per la nostra salute.

giovedì 13 agosto 2015

LA ZUCCA, BENEFICI ED UNA RICETTA DELLO CHEF ALESSANDRO BORGHESE

Alla fine del mese di ottobre si celebra la festa di Halloween e la zucca diventa protagonista.
Non tutti sanno che questo alimento contiene alcune sostanze che apportano benefici al nostro organismo.

Composizione e benefici della zucca
La zucca contiene il beta carotene che nell'organismo viene convertito in vitamina A, utile per la protezione della pelle.
La zeaxantina è un'altra sostanza presente in questo alimento, la cui funzione è quella di migliorare la vista.
Poi  magnesio,calcio, potassio, vitamina B, zinco, che agiscono sul sistema immunitario rafforzandolo.
La zucca contiene gli acidi grassi "buoni" che aiutano le attività cardiache.
E poi ci sono le fibre, che svolgono un'azione benefica sull'intestino, regolandone le funzioni.
Questo alimento può essere mangiato in tutta tranquillità poichè contiene poche calorie.

Le polpette di zucca e provola (ricetta di Alessandro Borghese)

Ingredienti:
200 grammi di zucca arrostita
1 patata lessa
50 grammi di provola affumicata
1 uovo
1 tuorlo
1 cucchiaio di pecorino grattugiato
farina
sale, pepe, olio

Procedura:
tagliare a pezzetti la zucca e la patata lessa , frullare fino ad ottenere un composto che sia omogeneo e cremoso.
zuccaAggiungere un cucchiaio di pecorino grattugiato, un uovo, un tuorlo, un pizzico di farina, sale e pepe a piacere.
Tagliare la provola a cubetti piccoli, aggiungere al composto preparato prima, amalgamare tutto, quindi formare delle polpette,si passano nel pan grattato e infine si friggono.


martedì 11 agosto 2015

MENOPAUSA e PSICHE

La menopausa è quel traguardo della vita di una donna che comporta un cambiamento non sempre ben accetto,infatti è spesso accompagnata da momenti di depressione, per cui è necessario ricorrere a supporti psicologici.
Per menopausa si intende il momento in cui cessa del tutto il flusso mestruale,in genere intorno ai 45-52 anni, ci sono casi in cui puo' avvenire anche prima , per motivi diversi .
I sintomi che la caratterizzano sono:
vampate di calore
sudorazione
palpitazioni
vertigini
tachicardia
insonnia
ansia
depressione
astenia
cambiamenti di umore
irritabilita'
riduzione della libido
aumento di peso
cefalea .



Questa vasta gamma di sintomi comporta una reazione smodata, è indubbiamente alquanto fastidioso essere colte all'improvviso da una vampata di calore con conseguente sudorazione ,specialmente se ci si trova in un luogo pubblico o al lavoro, ma non bisogna abbattersi,basta trovare i giusti accorgimenti,ad esempio la respirazione, cioe' prima inspirare lentamente aria e poi altrettanto lentamente espirarla e se c'è gente intorno basta cercare un posto isolato , senza farsi prendere dal panico,  la stessa cosa si puo' fare in caso di palpitazioni.
Molte donne credono che con la menopausa possa venire meno il desiderio sessuale, non è esattamente così, in effetti è la nostra psiche che ci limita,così come non è vero che non si è piu' completamente fertili, infatti sono tante le gravidanze relative a questo periodo.
Insomma cerchiamo di vivere questa fase della vita nel modo piu' sereno possibile, non è una malattia, e  percio' non deve essere considerata tale, importante è trovare il giusto equilibrio con se stesse.
Per quanto riguarda l'aumento di peso, basta seguire una corretta alimentazione accompagnata da sport,come lo jogging, un modo anche per conoscere altra gente, ci sono luoghi appositi dove andare a correre e se si sceglie il giusto orario si è anche in buona compagnia.
I cambiamenti di umore sono gestibili ad esempio creando un hobby, nel momento in cui ci si sente tristi, potremmo dipingere, cucire, leggere, stare al pc, ascoltare musica, imparare a suonare uno strumento, fare una passeggiata, mai autocommiserarsi o  lasciarsi vincere dall' "umoraccio".
Pensate positivo,  ripeto ci sono tante soluzioni, basta volere !

domenica 9 agosto 2015

ESOFAGITE : CAUSE, SINTOMATOLOGIA, RIMEDI

Esofagite

L'esofagite è l'infiammazione dell'esofago, originata da un rigurgito di succhi gastrici presenti nello stomaco, a causa dell'apertura improvvisa dello sfintere gastroesofageo.

Cause e tipologie

Prima di tutto dobbiamo distinguere i vari tipi di esofagite in base alle probabili cause:

- da reflusso, è la forma classica causata da rigurgito di succhi gastrici;
- eosinofila dovuta ad una maggiore presenza di globuli bianchi nel tessuto esofageo, precisamente gli eosinofili, responsabili di reazioni allergiche ed infiammatorie, di solito si ha in risposta ad allergie non solo alimentari ma anche ai pollini;
- da farmaci, causata da ingestione di farmaci assunti con poca acqua o per lungo tempo senza protezione gastrica;
- infettiva, causata da virus, batteri e funghi, frequente nei soggetti immunodepressi.

A livello clinico le esofagiti vengono distinte in:
- forma lieve, la mucosa dell'esofago presenta piccole alterazioni ;
- erosiva si ha sanguinamento, ulcere, essudato;
- stenotica, fibrosi della mucosa ;
- esofagite di Barrett con ulcere, tumori e esofagite stenotica.

Sintomatologia

I sintomi classici sono relativi alla deglutizione, infatti si ha dolore e difficoltà ad ingoiare, dolori nel tratto retrosternale del torace, nausea,vomito, ipersalivazione e diminuzione dell'appetito, faringite, laringite, disfonia spasmodica.

Rimedi

E' molto importante curare l'alimentazione evitando i cibi grassi e piccanti, le bevande gassose, i pasti troppo abbondanti, ridurre il consumo di caffè e di thè, poca cioccolata e menta, evitare di mangiare fritture in modo frequente.
E' bene rivolgersi ad un gastroenterologo, che consiglierà gli eventuali farmaci da assumere, e se è il caso di sottoporsi ad una gastroscopia.

venerdì 7 agosto 2015

ACEROLA : EFFETTI BENEFICI E CONTROINDICAZIONI

L'Acerola è una pianta che proviene dall'America centro-meridionale, specialmente dal Brasile.
I suoi frutti sono simili alle ciliegie, il cui colore è rosso-arancio, hanno un sapore dolce con retrogusto acidognolo.

Composizione
Contiene vitamina C, molto più abbondante rispetto agli agrumi, sono presenti anche i carotenoidi, la vitamina B, gli antociani, i flavonoidi, il magnesio, il ferro, il calcio.

Effetti benefici
Le proprietà dell'acerola sono le seguenti :
- tonifica grazie al suo contenuto in fenoli e vitamina C;
- aiuta durante l'inverno a prevenire i malanni tipici di questa stagione o comunque ad arginarli, infatti stimola il sistema immunitario;
- è antiossidante, per il suo contenuto in flavonoidi;
- ha effetti benefici contro il diabete, infatti fa abbassare la concentrazione di glucosio nel sangue;
- ha proprietà astringenti e diuretiche.

Posologia e controindicazioni
acerola proprietàSi assume sotto forma di compresse, oppure di polvere oppure di succo molto concentrato, la dose indicata è di 5 milligrammi per chili di peso corporeo,  due volte al giorno, lontano dai pasti.
E' controindicata nei soggetti che soffrono di gastrite e di calcoli ai reni, non si può assumere contemporaneamente ad altri preparati di erboristeria che vengono usati per curare le infezioni delle vie urinarie, soprattutto quelli che contengono uva ursina, per evitare azioni interferenti.

mercoledì 29 luglio 2015

SALUTE ED ALIMENTAZIONE : IL POMPELMO ROSA

Sono numerosi gli alimenti che apportano benefici alla nostra salute, in questo articolo tratteremo del pompelmo rosa.

Pompelmo rosa
E' un frutto che deriva dall'incrocio tra il Citrus maxima , che è una varietà di pompelmo e il Citrus sinensis, che è una varietà di arancia.
La raccolta avviene a partire dalla metà del mese di settembre fino a giugno.

Effetti benefici
Rispetto al classico pompelmo giallo contiene molti zuccheri, antociani e caroteni, soprattutto il licopene, che ha un'azione antiossidante, quindi molto importante per contrastare la formazione di radicali liberi, e ridurre così la produzione di processi degenerativi che sono alla base dello sviluppo di tumori.
Il consumo di pompelmo rosa contribuisce a ridurre il contenuto di colesterolo e trigliceridi.
Contiene le vitamine A e C, quindi svolge un'azione benefica sul sistema immunitario, fibre, potassio e acido folico.

Dieta con il pompelmo rosa
la dieta che si basa  sul consumo di questo frutto è molto nota ed anche alquanto seguita, prevede l'assunzione di mezzo bicchiere di succo prima di ogni pasto da associare ad almeno otto bicchieri di acqua da bere durante tutta la giornata.
I componenti  del pompelmo rosa consentono di abbassare i livelli dei grassi e quindi favoriscono la perdita di peso.
benefici pompelmo rosa

Controindicazioni
Nel caso in cui si assumono farmaci, prima di alimentarsi con il pompelmo rosa è meglio consultare il proprio medico, poichè potrebbe causare interferenza.




martedì 28 luglio 2015

LE VITAMINE, CLASSIFICAZIONE, FUNZIONI, ECCESSI,CARENZE

Vitamine
Le vitamine sono sostanze indispensabili per la nostra vita e sono necessarie piccolissime quantita' di esse per soddisfare le richieste del nostro organismo; alcune vengono prodotte da quest'ultimo, altre devono essere introdotte attraverso la dieta.
Si dividono in LIPOSOLUBILI, cioe' si sciolgono nei grassi , ed  IDROSOLUBILI,si sciolgono nell'acqua:




VITAMINE LIPOSOLUBILI

VITAMINE IDROSOLUBILI

- Vitamina A (o retinolo)
- Vitamina D (o calciferolo)
- Vitamina E (o tocoferolo)
- Vitamina K (o fillochinone)
- Vitamina B1 (o tiamina)
- Vitamina B2 (o riboflavina)
- Niacina (o vitamina PP o B3)
- Acido pantotenico o B5
- Vitamina B6 (o piridossina)
- Biotina (o vitamina B7 o H)
- Acido folico (o folacina o vitamina B9)
- Vitamina B12 (o cianocobalamina)
- Vitamina C (o acido ascorbico)
Le vitamine liposolubili per essere assorbite necessitano dei grassi, come quelli contenuti ad esempio nei formaggi,olio,ed altro,per cui se si segue una dieta priva o povera di questi alimenti,potrebbe scaturirne una carenza, se invece se ne abusa avviene l'inverso.
Nelle diete con pochi alimenti di origine vegetale si ha carenza di vitamine idrosolubili, in  quelle ricche di questi alimenti non accade nulla in quanto l'eccesso viene eliminato attraverso le urine .

vitamine

SINTOMI DA CARENZA DI ALCUNE VITAMINE

VITAMINA ACecità notturna, corneificazione atipica epiteliale, disturbi della crescita
VITAMINA DRachitismo, osteomalacia(disturbi della crescita e ossificazione)
VITAMINA ENegli adulti disturbi del metabolismo muscolare e permeabilità vascolare; nei bambini anemia emolitica
VITAMINA KCoagulazione ritardata, anemia spontanee
VITAMINA B1Beri beri, polineurite, ipertrofia cardiaca, disturbi del SNC
VITAMINA B2Arresto della crescita, malattie della pelle, fotosensibilità
VITAMINA B3Pellagra, fotodermatiti, parestesie
VITAMINA B5Disturbi del SNC
VITAMINA B6Dermatiti, polineuriti, spasmi muscolari
VITAMINA B9Anemia emolitica e megaloblastica
VITAMINA B12Anemia perniciosa, mielosi funicolare
VITAMINA HDermatite
VITAMINA CScorbuto, disturbi del tessuto connettivo



Ma in quali alimenti si trovano? quali le loro funzioni ? quali i sintomi da carenza ?
Ecco una tabella con tutte le indicazioni:


Vitamina
Alimenti
Funzione
Sintomi di carenza
A o retinolo
carote, latte, formaggi, olio, fegato
necessaria agli occhi, alla pelle, alla crescita
pelle secca e rugosa, cecità
D o calciferolo
latte, burro, tuorlo, olio di fegato di merluzzo
necessaria ai denti, alle ossa, alla crescita
rachitismo, fragilità ossea
E o tocoferolo
ortaggi verdi, olio di semi e di oliva
protegge i tessuti dall'ossidazione
molto rari
K
spinaci, cavoli, ortaggi verdi in genere
necessaria alla coagulazione del sangue
emorragie
C o acido ascorbico
ortaggi verdi, agrumi, fegato
assorbimento del ferro
stanchezza, insonnia
B1 o tiamina
lievito di birra, legumi, frutta, germe dei cereali
metabolismo degli zuccheri
fatica, irritabilità, inappetenza
B2 o riboflavina
latte, uova, pesci, carne
metabolismo delle proteine, grassi e zuccheri
lesioni cutanee, lacrimazione
PP o niacina
carni magre, pesci, cereali
metabolismo
pellagra, cefalea, depressione
B5 o acido pantotenico
tuorlo d'uovo, fegato, pappa reale, ortaggi
metabolismo
cefalea, stanchezza
B6 o piridossina
germe dei cereali, uova, latte, legumi
metabolismo delle proteine
depressione
B12 o cianocobalamina
carne, latte, uova, pesce, crostacei
formazione globuli rossi, sistema nervoso
anemia, anemia perniciosa
Acido folico
fegato, uova, formaggio, ortaggi verdi
formazione globuli rossi, sintesi acidi nucleici
anemia, disturbi neurologici



domenica 19 luglio 2015

BENEFICI DI FRUTTA E VERDURE, VERSIONE CENTRIFUGATI

E' ormai risaputo che l'assunzione quotidiana di frutta e verdure apporta notevoli benefici al nostro organismo in qualsiasi stagione.
L'unione di questi alimenti è ancor di più salutare, ad esempio come centrifugati.

Benefici dei centrifugati di frutta e verdure
I centrifugati hanno proprietà importanti come l'idratazione e la purificazione dell'organismo, inoltre possono essere assunti in qualità di spezza appetito, quindi poche calorie, per cui il controllo del peso è assicurato.
Sono ricchi di vitamine, di acqua , di sali minerali.

Azioni dei centrifugati
A seconda della frutta e verdura che uniremo, otterremo azioni differenti :
centrifugati frutta e verdure

- mela unita a carote e ad agrumi  (preferibilmente arance) producono un'azione antiossidante;
- mela più carote più più zenzero avranno azione digestiva;
- mela più pomodoro più cetriolo hanno potere disintossicante;
- pera unita a sedano e carote producono un'azione antistress;
- 2 fette di ananas più un cuore di finocchio più 2 gambi di sedano più alcune foglie di menta hanno azione drenante;
- arancia più mezzo pompelmo più mezzo limone hanno potere altamente energetico, in alternativa possono essere sostituiti con mela, più un gambo di sedano, pere e kiwi.

martedì 14 luglio 2015

PELLE ED ALIMENTAZIONE

La nostra pelle è soggetta a numerose sollecitazioni provenienti dall'esterno, oltre alle cattive abitudini relative allo stile di vita intrapreso.
Per aiutarla a difendersi in modo naturale, si può ricorrere all'introduzione di alcuni alimenti nella nostra dieta.

Alimenti consigliati a difesa della pelle
Zucca è utile per combattere l'acne, poichè il betacarotene in essa contenuto esercita un'azione di normalizzazione del sebo, favorendo il ricambio cellulare, quindi i pori risultano liberi da impurità.
Kiwi ed agrumi contengono vitamina C, utile per la pelle poichè svolge azione antiossidante e favorisce la rigenerazione dei tessuti, stimola la sintesi del collagene tonificando la cute.
Mirtilli contengono antocianine che hanno azione antiossidante, agiscono sulla microcircolazione, ossigenano e nutrono la pelle dandole luminosità.
Cereali contengono biotina (vitamina H) che agisce su metabolismo degli aminoacidi e dei carboidrati.
Una sua carenza facilita l'insorgere di dermatiti, di pelle secca e con squame.
Spinaci contengono luteina che ha azione antiossidante, previene le rughe, idrata rendendo la pelle elastica.
Legumi contengono la vitamina B che svolge azione di rigenerazione delle cellule,aumenta le difese immunitarie.
Noci contengono il selenio che protegge la pelle dall'azione dei raggi X, prevenendo così la formazione di macchie.
alimenti e pelle

Pesce azzurro contiene gli omega 3, che svolgono azione di idratazione e nutrizione della pelle, ne migliorano il tono e l'elasticità.
Melograno contiene l'acido ellagico, che ha un'azione antiossidante,rigenera le cellule,stimola la  sintesi del collagene rendendo la pelle elastica.
Succo di melograno più polpa sono definiti elisir anti-età.

sabato 11 luglio 2015

LO IODIO E LA TIROIDE

Lo iodio è un  minerale che viene trasformato in ioduro nel nostro organismo; la sua azione principale è quella di contribuire al funzionamento della tiroide, legandosi agli ormoni prodotti da questa ghiandola.
Regola la produzione di energia, le attivita' metaboliche, è importante per il funzionamento neuromuscolare e per la circolazione del sangue.
Una carenza di iodio provoca ingrossamento della tiroide con formazione del gozzo ed ipotirodismo; indurimento delle arterie, obesita',rallentamento del metabolismo , capelli secchi,palpitazioni, tremori, irritabilita'.
L'ipotiroidismo provoca aumenti significativi di colesterolo.
Negli alimenti è presente nel pesce,come merluzzo,tonno,sgombro e cozze;nelle uova; nel latte e derivati; nei cereali;nella carne; nella frutta e nelle verdure(solo se sono state coltivate in terreni ricchi di questo elemento).
Oltre i cibi  lo si puo'assumere usando il sale iodato.
Ovviamente non bisogna esagerare con le quantita' altrimenti si rischia di passare da una situazione di ipotiroidismo ad una di ipertiroidismo.
iodio

Un'altra importante fonte di iodio è rappresentata dalle alghe come il fucus e la laminaria,  che sono presenti in molti prodotti usati nelle diete per dimagrire perche' contribuiscono ad accelerare il metabolismo.
Di seguito una tabella che indica il contenuto medio di iodio negli alimenti:
Iodio negli alimenti
Contenuto medio di iodio negli alimenti
Pesce marino1220 μg/kg, fino a 2.5 mg/kg
Molluschi798 μg/kg, fino a 1.6 mg/kg
Alghe marine20-8000 mg/kg se essiccate
Sale marino1.4 mg/kg
Latte di mucca50-200 μg/L
Uova70-90 μg/kg
Frumento e cereali47 μg/kg (dipende dal terreno)
Pesce d'acqua dolce30 μg/kg
Carne50 μg/kg
Frutta18 μg/kg
Legumi30 μg/kg
Verdura29 μg/kg


La dose di assunzione che viene raccomandata è di 150mcg; il suo assorbimento avviene attraverso la pelle o nel tratto gastro-intestinale, attraverso il flusso del sangue viene trasportato alla tiroide, il 30 per cento viene assorbito da questa ghiandola,il resto dai reni con conseguente eliminazione attraverso le urine, solo una piccolissima quantita' viene eliminata attraverso il sudore,le lacrime, la saliva.
Lo iodio puo' essere utile nella cura delle seguenti malattie :
OrganiMalattie
ArticolazioniArtrite
CapelliProblemi ai capelli
CuoreArteriosclerosi
Aterosclerosi
PelleFerite
Sangue/Apparato circolatorioAngina pectoris
TiroideGozzo
Ipertiroidismo
Ipotiroidismo
GeneraleAcqua non potabile
Cretinismo
Perdita di energia fisica e mentale
Radioattivita'

NUNA, APP PER UNA SANA E BILANCIATA DIETA MEDITERRANEA

La dieta mediterranea  è molto diffusa in quanto è sinonimo di alimentazione corretta.
Per conoscere i valori nutrizionali dei cibi è stata realizzata un'app che si chiama Nuna, in cui è presente la piramide alimentare, è scaricabile in modo gratuito da App store e da Google play ed è disponibile per i sistemi iOS ed Android.

Dove si usa ?
L' app Nuna si può utilizzare al supermercato utilizzando la sezione "Lista spesa guidata Nuna", oppure in casa per conoscere i valori nutrizionali dei cibi già presenti in frigorifero o in dispensa

Come  si usa ?
Si cerca l'alimento desiderato digitando il nome oppure se si è al supermercato si fotografa il codice a barre, si seleziona e lo si inserisce nell'apposito spazio, quindi l'app Nuna indica le informazioni relative ai suoi valori nutrizionali, poi viene azionato un semaforo ed apparirà uno dei seguenti colori;
- verde, indica che l'alimento in questione possiede le caratteristiche giuste per una sana e bilanciata dieta mediterranea ;
- giallo indica che bisogna fare attenzione perchè l'alimento contiene valori nutrizionali non corretti al 100 %;
- rosso indica che l'alimento non possiede alcuno dei valori richiesti.

Piramide alimentare Nuna 
 La piramide alimentare Nuna indica se gli acquisti sono sani in base al loro contenuto nutrizionale.
app nunaAlla fine ci sarà il punteggio piramide che ha lo scopo di indicare se la spesa alimentare ha i giusti contenuti relativi ad una sana e bilanciata dieta mediterranea, tanto più alto sarà, tanto maggiore sarà il rapporto tra benefici e salute.