mercoledì 29 luglio 2015

SALUTE ED ALIMENTAZIONE : IL POMPELMO ROSA

Sono numerosi gli alimenti che apportano benefici alla nostra salute, in questo articolo tratteremo del pompelmo rosa.

Pompelmo rosa
E' un frutto che deriva dall'incrocio tra il Citrus maxima , che è una varietà di pompelmo e il Citrus sinensis, che è una varietà di arancia.
La raccolta avviene a partire dalla metà del mese di settembre fino a giugno.

Effetti benefici
Rispetto al classico pompelmo giallo contiene molti zuccheri, antociani e caroteni, soprattutto il licopene, che ha un'azione antiossidante, quindi molto importante per contrastare la formazione di radicali liberi, e ridurre così la produzione di processi degenerativi che sono alla base dello sviluppo di tumori.
Il consumo di pompelmo rosa contribuisce a ridurre il contenuto di colesterolo e trigliceridi.
Contiene le vitamine A e C, quindi svolge un'azione benefica sul sistema immunitario, fibre, potassio e acido folico.

Dieta con il pompelmo rosa
la dieta che si basa  sul consumo di questo frutto è molto nota ed anche alquanto seguita, prevede l'assunzione di mezzo bicchiere di succo prima di ogni pasto da associare ad almeno otto bicchieri di acqua da bere durante tutta la giornata.
I componenti  del pompelmo rosa consentono di abbassare i livelli dei grassi e quindi favoriscono la perdita di peso.
benefici pompelmo rosa

Controindicazioni
Nel caso in cui si assumono farmaci, prima di alimentarsi con il pompelmo rosa è meglio consultare il proprio medico, poichè potrebbe causare interferenza.




martedì 28 luglio 2015

LE VITAMINE, CLASSIFICAZIONE, FUNZIONI, ECCESSI,CARENZE

Vitamine
Le vitamine sono sostanze indispensabili per la nostra vita e sono necessarie piccolissime quantita' di esse per soddisfare le richieste del nostro organismo; alcune vengono prodotte da quest'ultimo, altre devono essere introdotte attraverso la dieta.
Si dividono in LIPOSOLUBILI, cioe' si sciolgono nei grassi , ed  IDROSOLUBILI,si sciolgono nell'acqua:




VITAMINE LIPOSOLUBILI

VITAMINE IDROSOLUBILI

- Vitamina A (o retinolo)
- Vitamina D (o calciferolo)
- Vitamina E (o tocoferolo)
- Vitamina K (o fillochinone)
- Vitamina B1 (o tiamina)
- Vitamina B2 (o riboflavina)
- Niacina (o vitamina PP o B3)
- Acido pantotenico o B5
- Vitamina B6 (o piridossina)
- Biotina (o vitamina B7 o H)
- Acido folico (o folacina o vitamina B9)
- Vitamina B12 (o cianocobalamina)
- Vitamina C (o acido ascorbico)
Le vitamine liposolubili per essere assorbite necessitano dei grassi, come quelli contenuti ad esempio nei formaggi,olio,ed altro,per cui se si segue una dieta priva o povera di questi alimenti,potrebbe scaturirne una carenza, se invece se ne abusa avviene l'inverso.
Nelle diete con pochi alimenti di origine vegetale si ha carenza di vitamine idrosolubili, in  quelle ricche di questi alimenti non accade nulla in quanto l'eccesso viene eliminato attraverso le urine .

vitamine

SINTOMI DA CARENZA DI ALCUNE VITAMINE

VITAMINA ACecità notturna, corneificazione atipica epiteliale, disturbi della crescita
VITAMINA DRachitismo, osteomalacia(disturbi della crescita e ossificazione)
VITAMINA ENegli adulti disturbi del metabolismo muscolare e permeabilità vascolare; nei bambini anemia emolitica
VITAMINA KCoagulazione ritardata, anemia spontanee
VITAMINA B1Beri beri, polineurite, ipertrofia cardiaca, disturbi del SNC
VITAMINA B2Arresto della crescita, malattie della pelle, fotosensibilità
VITAMINA B3Pellagra, fotodermatiti, parestesie
VITAMINA B5Disturbi del SNC
VITAMINA B6Dermatiti, polineuriti, spasmi muscolari
VITAMINA B9Anemia emolitica e megaloblastica
VITAMINA B12Anemia perniciosa, mielosi funicolare
VITAMINA HDermatite
VITAMINA CScorbuto, disturbi del tessuto connettivo



Ma in quali alimenti si trovano? quali le loro funzioni ? quali i sintomi da carenza ?
Ecco una tabella con tutte le indicazioni:


Vitamina
Alimenti
Funzione
Sintomi di carenza
A o retinolo
carote, latte, formaggi, olio, fegato
necessaria agli occhi, alla pelle, alla crescita
pelle secca e rugosa, cecità
D o calciferolo
latte, burro, tuorlo, olio di fegato di merluzzo
necessaria ai denti, alle ossa, alla crescita
rachitismo, fragilità ossea
E o tocoferolo
ortaggi verdi, olio di semi e di oliva
protegge i tessuti dall'ossidazione
molto rari
K
spinaci, cavoli, ortaggi verdi in genere
necessaria alla coagulazione del sangue
emorragie
C o acido ascorbico
ortaggi verdi, agrumi, fegato
assorbimento del ferro
stanchezza, insonnia
B1 o tiamina
lievito di birra, legumi, frutta, germe dei cereali
metabolismo degli zuccheri
fatica, irritabilità, inappetenza
B2 o riboflavina
latte, uova, pesci, carne
metabolismo delle proteine, grassi e zuccheri
lesioni cutanee, lacrimazione
PP o niacina
carni magre, pesci, cereali
metabolismo
pellagra, cefalea, depressione
B5 o acido pantotenico
tuorlo d'uovo, fegato, pappa reale, ortaggi
metabolismo
cefalea, stanchezza
B6 o piridossina
germe dei cereali, uova, latte, legumi
metabolismo delle proteine
depressione
B12 o cianocobalamina
carne, latte, uova, pesce, crostacei
formazione globuli rossi, sistema nervoso
anemia, anemia perniciosa
Acido folico
fegato, uova, formaggio, ortaggi verdi
formazione globuli rossi, sintesi acidi nucleici
anemia, disturbi neurologici



domenica 19 luglio 2015

BENEFICI DI FRUTTA E VERDURE, VERSIONE CENTRIFUGATI

E' ormai risaputo che l'assunzione quotidiana di frutta e verdure apporta notevoli benefici al nostro organismo in qualsiasi stagione.
L'unione di questi alimenti è ancor di più salutare, ad esempio come centrifugati.

Benefici dei centrifugati di frutta e verdure
I centrifugati hanno proprietà importanti come l'idratazione e la purificazione dell'organismo, inoltre possono essere assunti in qualità di spezza appetito, quindi poche calorie, per cui il controllo del peso è assicurato.
Sono ricchi di vitamine, di acqua , di sali minerali.

Azioni dei centrifugati
A seconda della frutta e verdura che uniremo, otterremo azioni differenti :
centrifugati frutta e verdure

- mela unita a carote e ad agrumi  (preferibilmente arance) producono un'azione antiossidante;
- mela più carote più più zenzero avranno azione digestiva;
- mela più pomodoro più cetriolo hanno potere disintossicante;
- pera unita a sedano e carote producono un'azione antistress;
- 2 fette di ananas più un cuore di finocchio più 2 gambi di sedano più alcune foglie di menta hanno azione drenante;
- arancia più mezzo pompelmo più mezzo limone hanno potere altamente energetico, in alternativa possono essere sostituiti con mela, più un gambo di sedano, pere e kiwi.

martedì 14 luglio 2015

PELLE ED ALIMENTAZIONE

La nostra pelle è soggetta a numerose sollecitazioni provenienti dall'esterno, oltre alle cattive abitudini relative allo stile di vita intrapreso.
Per aiutarla a difendersi in modo naturale, si può ricorrere all'introduzione di alcuni alimenti nella nostra dieta.

Alimenti consigliati a difesa della pelle
Zucca è utile per combattere l'acne, poichè il betacarotene in essa contenuto esercita un'azione di normalizzazione del sebo, favorendo il ricambio cellulare, quindi i pori risultano liberi da impurità.
Kiwi ed agrumi contengono vitamina C, utile per la pelle poichè svolge azione antiossidante e favorisce la rigenerazione dei tessuti, stimola la sintesi del collagene tonificando la cute.
Mirtilli contengono antocianine che hanno azione antiossidante, agiscono sulla microcircolazione, ossigenano e nutrono la pelle dandole luminosità.
Cereali contengono biotina (vitamina H) che agisce su metabolismo degli aminoacidi e dei carboidrati.
Una sua carenza facilita l'insorgere di dermatiti, di pelle secca e con squame.
Spinaci contengono luteina che ha azione antiossidante, previene le rughe, idrata rendendo la pelle elastica.
Legumi contengono la vitamina B che svolge azione di rigenerazione delle cellule,aumenta le difese immunitarie.
Noci contengono il selenio che protegge la pelle dall'azione dei raggi X, prevenendo così la formazione di macchie.
alimenti e pelle

Pesce azzurro contiene gli omega 3, che svolgono azione di idratazione e nutrizione della pelle, ne migliorano il tono e l'elasticità.
Melograno contiene l'acido ellagico, che ha un'azione antiossidante,rigenera le cellule,stimola la  sintesi del collagene rendendo la pelle elastica.
Succo di melograno più polpa sono definiti elisir anti-età.

sabato 11 luglio 2015

LO IODIO E LA TIROIDE

Lo iodio è un  minerale che viene trasformato in ioduro nel nostro organismo; la sua azione principale è quella di contribuire al funzionamento della tiroide, legandosi agli ormoni prodotti da questa ghiandola.
Regola la produzione di energia, le attivita' metaboliche, è importante per il funzionamento neuromuscolare e per la circolazione del sangue.
Una carenza di iodio provoca ingrossamento della tiroide con formazione del gozzo ed ipotirodismo; indurimento delle arterie, obesita',rallentamento del metabolismo , capelli secchi,palpitazioni, tremori, irritabilita'.
L'ipotiroidismo provoca aumenti significativi di colesterolo.
Negli alimenti è presente nel pesce,come merluzzo,tonno,sgombro e cozze;nelle uova; nel latte e derivati; nei cereali;nella carne; nella frutta e nelle verdure(solo se sono state coltivate in terreni ricchi di questo elemento).
Oltre i cibi  lo si puo'assumere usando il sale iodato.
Ovviamente non bisogna esagerare con le quantita' altrimenti si rischia di passare da una situazione di ipotiroidismo ad una di ipertiroidismo.
iodio

Un'altra importante fonte di iodio è rappresentata dalle alghe come il fucus e la laminaria,  che sono presenti in molti prodotti usati nelle diete per dimagrire perche' contribuiscono ad accelerare il metabolismo.
Di seguito una tabella che indica il contenuto medio di iodio negli alimenti:
Iodio negli alimenti
Contenuto medio di iodio negli alimenti
Pesce marino1220 μg/kg, fino a 2.5 mg/kg
Molluschi798 μg/kg, fino a 1.6 mg/kg
Alghe marine20-8000 mg/kg se essiccate
Sale marino1.4 mg/kg
Latte di mucca50-200 μg/L
Uova70-90 μg/kg
Frumento e cereali47 μg/kg (dipende dal terreno)
Pesce d'acqua dolce30 μg/kg
Carne50 μg/kg
Frutta18 μg/kg
Legumi30 μg/kg
Verdura29 μg/kg


La dose di assunzione che viene raccomandata è di 150mcg; il suo assorbimento avviene attraverso la pelle o nel tratto gastro-intestinale, attraverso il flusso del sangue viene trasportato alla tiroide, il 30 per cento viene assorbito da questa ghiandola,il resto dai reni con conseguente eliminazione attraverso le urine, solo una piccolissima quantita' viene eliminata attraverso il sudore,le lacrime, la saliva.
Lo iodio puo' essere utile nella cura delle seguenti malattie :
OrganiMalattie
ArticolazioniArtrite
CapelliProblemi ai capelli
CuoreArteriosclerosi
Aterosclerosi
PelleFerite
Sangue/Apparato circolatorioAngina pectoris
TiroideGozzo
Ipertiroidismo
Ipotiroidismo
GeneraleAcqua non potabile
Cretinismo
Perdita di energia fisica e mentale
Radioattivita'

NUNA, APP PER UNA SANA E BILANCIATA DIETA MEDITERRANEA

La dieta mediterranea  è molto diffusa in quanto è sinonimo di alimentazione corretta.
Per conoscere i valori nutrizionali dei cibi è stata realizzata un'app che si chiama Nuna, in cui è presente la piramide alimentare, è scaricabile in modo gratuito da App store e da Google play ed è disponibile per i sistemi iOS ed Android.

Dove si usa ?
L' app Nuna si può utilizzare al supermercato utilizzando la sezione "Lista spesa guidata Nuna", oppure in casa per conoscere i valori nutrizionali dei cibi già presenti in frigorifero o in dispensa

Come  si usa ?
Si cerca l'alimento desiderato digitando il nome oppure se si è al supermercato si fotografa il codice a barre, si seleziona e lo si inserisce nell'apposito spazio, quindi l'app Nuna indica le informazioni relative ai suoi valori nutrizionali, poi viene azionato un semaforo ed apparirà uno dei seguenti colori;
- verde, indica che l'alimento in questione possiede le caratteristiche giuste per una sana e bilanciata dieta mediterranea ;
- giallo indica che bisogna fare attenzione perchè l'alimento contiene valori nutrizionali non corretti al 100 %;
- rosso indica che l'alimento non possiede alcuno dei valori richiesti.

Piramide alimentare Nuna 
 La piramide alimentare Nuna indica se gli acquisti sono sani in base al loro contenuto nutrizionale.
app nunaAlla fine ci sarà il punteggio piramide che ha lo scopo di indicare se la spesa alimentare ha i giusti contenuti relativi ad una sana e bilanciata dieta mediterranea, tanto più alto sarà, tanto maggiore sarà il rapporto tra benefici e salute.

mercoledì 8 luglio 2015

LA NUTRACEUTICA,OVVERO CURARCI MANGIANDO

La Nutraceutica è la scienza che si occupa dello studio relativo alle molecole(principi attivi) contenute negli alimenti ,sia di origine animale,sia di origine vegetale.
Questi studi hanno lo scopo di estrarre  sostanze antiossidanti da alcuni alimenti,come avviene nell'albicocca e nel  pomodoro, e di estrarre da piante medicinali alcuni composti farmaceutici.
Il pomodoro viene considerato  un alimento altamente funzionale, in quanto,secondo diversi studi scientifici, il suo consumo è legato alla riduzione della possibilità di ammalarsi di tumore o di malattie che riguardano l'apparato cardiovascolare.
nutraceutica

Ciò è dovuto al suo contenuto di acido ascorbico,vitamina E,flavonoidi,carotenoidi,composti fenolici, che sono sostanze ad azione antiossidante.
Invece ci sono alimenti a cui vengono aggiunte "molecole benefiche",come ad esempio  il coenzima Q 10,gli steroli, gli Omega 3 e vitamine, aggiunti a latte e yogurt,oppure il selenio alle patate.
La Nutraceutica ci indica come curarci mangiando, i nutraceutici hanno azione preventiva,riequilibrativa, terapeutica e protettiva,sia a livello fisico,sia a livello psichico.
A Pisa c'è il Centro interdipartimentale di ricerca "Nutraceutica ed alimentazione per la salute ",in cui si svolgono questi studi.

mercoledì 1 luglio 2015

LE CASTAGNE : BENEFICI, CONTROINDICAZIONI E LA RICETTA DELLA CROSTATA

E' tempo di castagne, buone da gustare soprattutto come caldarroste, anche se contengono circa 193 chilocalorie per ogni 100 grammi, quelle lesse invece sono le meno caloriche,120 Kcal in 100 grammi, le secche contengono 290 Kcal in 100 grammi.

Benefici
Le castagne sono composte da alcune sostanze che portano benefici al nostro organismo come le fibre,l'amido, il potassio,il magnesio,il fosforo, il calcio, il ferro,l'acido folico.
Inoltre contengono le vitamine C,B, B2.
La farina di castagne viene utilizzata nei dolci e nelle minestre da coloro che sono intolleranti ai cereali.
Le castagne aiutano a regolare l'intestino, abbassano il contenuto di colesterolo "cattivo" nel sangue, sono utili in caso di stress.
Un consiglio utile è quello di cuocerle bene dato l'alto contenuto di amido, in modo tale da facilitare la digestione.

Controindicazioni
Il consumo di castagne è controindicato in caso di diabete, di colite, di aerofagia, di obesità,di patologie epatiche.

Ricetta della crostata di castagne
Ingredienti per 4 persone :
- pasta frolla
- 800 grammi di castagne
- 100 grammi di cacao
- 2,5 decilitri di latte
- 30 grammi di canditi
- 200 grammi di zucchero
- 2 chiodi di garofano
- 1 buccia di limone
- 1 foglia di alloro
- 1 cucchiaino di cannella
- 3 uova
- 3 cucchiai di acqua millefiori.
le castagneBollire le castagne, dopo averle incise , in acqua contenente sale,alloro e chiodi di garofano.
Sbucciare le castagne, passarle al setaccio,.
Sciogliere nel latte lo zucchero ed il cacao,unire i tuorli, un po' di cannella,i canditi, la buccia di limone, quindi mescolare.
Stendere la pasta frolla, metterla  in una teglia unta,quindi unire il composto e decorare con le strisce di frolla.
Mettere in forno a 180° per circa 45 minuti.