martedì 22 settembre 2015

OSTEOPOROSI E CALCIO

Osteoporosi è una parola che desta paura e preoccupazione, specialmente ad una certa eta' e se in famiglia esiste una predisposizione a tale condizione.
L'osso si  presenta non piu' integro, per cui è fragile e quindi la possibilita' di avere fratture è maggiore.
La malattia colpisce prevalentemente le donne, soprattutto dopo la menopausa , quando sono assenti gli ormoni estrogeni, che svolgono un'importante azione protettiva, aumenta il contenuto dei grassi nel sangue e di conseguenza il rischio di aterosclerosi, si ha una riduzione del contenuto di calcio che si fissa nelle ossa.
Gia' dall'infanzia sarebbe opportuno condurre uno stile di vita corretto ed avere un'alimentazione equilibrata, cio' è alla base della prevenzione futura dell'osteoporosi.
Nel corso degli anni si dovrebbe inoltre non fumare e svolgere attivita' fisica in modo regolare e costante.

Gli alimenti consigliati in relazione al contenuto di calcio sono  :

Alimento
Calcio (mg) per 100 g
Formaggi a lunga stagionatura (grana, emmenthal)
900-1100
Formaggi a media stagionatura (taleggio, fontina, provolone)
600-900
Formaggi freschi (ricotta, mozzarella, robiola)
400-600
Pesce azzurro
350
Rucola
300
Mandorle, noci, nocciole
250-300
Cavoli, rape, verze
250
Broccoli, fagioli
100-1250
Gamberetti
120
Latte e yogurt magri
100-120
Latte e yogurt interi
80-100
Spinaci
80-100


osteoporosi

Consigli utili per fare in modo che si abbia un maggiore assorbimento di calcio:

-non bisogna esagerare con l'introduzione nella dieta di molte proteine , di alimenti integrali e fibre, perche' riducono l'assorbimento del calcio ;
-ridurre consumo di sale;
-limitare gli alimenti che contengono molti  ossalati come rape, legumi,pomodori ed altro;
-bisogna variare molto gli alimenti ,specialmente i secondi piatti 
-ridurre il consumo degli zuccheri semplici
-usare olio di oliva
-bere acqua contenente almeno 300mg di calcio
-evitare alcoolici 
-limitare bevande dolci gassate


giovedì 10 settembre 2015

REFLUSSO GASTROESOFAGEO

In termini molto semplici il REFLUSSO GASTROESOFAGEO è quella condizione in cui il contenuto acido dello stomaco (gastro) risale nell'esofago.
In genere cio' avviene dopo i pasti e se accade sporadicamente non provoca molti problemi, si avverte bruciore di stomaco e si ha rigurgito.
Nei casi piu' frequenti la sintomatologia si complica ed il bruciore diventa un vero e proprio dolore, che si avverte allo sterno e  spesso fa pensare all'infarto, in questa situazione si parla di Malattia da Reflusso gastroesofageo.
La ripetuta risalita del succo gastrico puo' provocare varie complicanze , come l'esofagite ,cioe' infiammazione dell'esofago; ulcere , cioe' piccole lesioni; il lume esofageo si ristringe  e nei casi estremi possono comparire anche neoplasie .

Ma quali sono le possibili cause ?
-Alimentazione, spesso mangiamo velocemente,  ingurgitando molta aria , senza masticare bene per cui il  cibo non viene triturato nel modo giusto, quindi i succhi gastrici non riescono ad esercitare il loro ruolo.
Mangiare lentamente, in quantita' non eccessiva, meglio se poco e distribuito piu' volte al giorno, evita il tanto temuto reflusso.
E' meglio limitare il consumo di caffe', di alcool, di cibi grassi, non fumare, mai sdraiarsi subito dopo aver mangiato, camminare, non indossare indumenti troppo stretti ed evitare quei movimenti che potrebbero causare pressione sull'addome.
Quando ci si corica per la notte è consigliabile mettere due cuscini dietro la testa ed assumere una posizione come se si stesse seduti.
Anche lo stress ha un ruolo importante, per cui sarebbe consigliabile limitarlo, ma ovviamente non è per nulla semplice!
Esistono farmaci che aiutano ad accelerare lo svuotamento dello stomaco,oppure quelli che proteggono la mucosa dell'esofago dall'attacco degli acidi.
E poi quelli che riducono l'acidita' delle secrezioni gastriche impedendo, quando c'è il reflusso, al contenuto acido dello stomaco di corrodere la mucosa dell'esofago.
Il reflusso puo' essere causato anche dall'ernia iatale , che si ha quando una piccola porzione dello stomaco scivola dall'addome al torace, a causa di un allargamento dell'apertura (iato esofageo),che unisce l'esofago allo stomaco.

mercoledì 2 settembre 2015

LA SOIA,FORME IN COMMERCIO

La soia ha un alto contenuto di proteine e di acidi grassi polinsaturi , è ricca di vitamine C e B.
In  commercio  la si può trovare sotto varie forme:
- i germogli,  sono molto ricchi di magnesio,potassio,ferro,fosforo,calcio,amidi,acidi grassi omega 3 e 6 e proteine;
-fagioli di soia, contengono magnesio,potassio,proteine,vitamine C ed E;
-farina di soia , è priva di glutine,quindi è molto indicata nell'alimentazione delle persone con celiachia; contiene molti aminoacidi;
-latte di soia,ottenuto dai fagioli di soia immersi in acqua; ha un alto contenuto di acidi grassi polinsaturi,di vitamine A,E,B ;
-tofu , si ottiene addensando il latte di soia ; contiene calcio e ferro;
soia

-tempeh , deriva dai fagioli di soia, è ricco di fibre, ha un alto contenuto di grassi e di calcio;
-olio di soia, è molto ricco di acidi grassi polinsaturi ed è a basso contenuto di acidi grassi saturi;
-miso, è ricco di lecitina e di sodio;
-salsa di soia , ha basso potere calorico e pochi grassi, ma molto sale.
Ed ecco una ricetta molto gustosa :

Polpettine di melanzane alla soia
ingredienti per 4 persone :
1 melanzana
100 g di pangrattatto
50 g di macinato di soia
1 uovo
1 cucchiaio di maggiorana
10 g di funghi secchi
olio
sale
Sbucciare ed affettare la  melanzana,lessarla  per 5 minuti , quindi strizzarla ed infine tritarla;
lessare il macinato di soia per 5 minuti nell'acqua di cottura della melanzana, poi strizzarlo;
mettere a mollo i funghi e poi triturarli;
impastare insieme melanzana,macinato di soia,uovo,funghi,maggiorana e sale;
formare con l'impasto così ottenuto delle piccole polpette,quindi passarle nel pangrattato,cuocerle in poco olio per 5 minuti per lato.